rotate

Ruota il dispositivo

Come fare un orto in balcone: consigli per principianti

BLOG

30/11/2017

Come fare un orto in balcone: consigli per principianti

Come fare un orto in balcone: consigli per principianti



Chiunque possieda uno spazio in esterno può divertirsi a creare il suo orto in balcone: ecco i consigli per i principianti e i tipi di piante facili da coltivare in balcone

Se sei alla ricerca di un nuovo hobby all’aria aperta non c’è nulla di meglio del giardinaggio, e se possiedi uno spazio esterno, poi, ti puoi divertire costruendo il tuo orto in balcone. Ma come fare? Basta un po’ di spazio, pazienza e un po’ di fantasia. Ecco alcuni utili consigli per i principianti che vogliono cimentarsi nella realizzazione dell’orto in balcone.

Orto in balcone per principianti: quando piantare?

Per coltivare il tuo orto in balcone devi tener conto soprattutto delle temperature. Ovviamente, la primavera è la stagione più indicata per le tue piantine, grazie al suo clima mite. Ma se non vuoi rinunciare a coltivare il tuo orto in balcone anche in inverno, la soluzione è semplice: perché non realizzare un giardino d’inverno per creare un clima perfetto per il nostro orto? Qui trovi tanti consigli utili per realizzare il tuo giardino d'inverno!

Il tuo orto sul balcone è esposto a nord o a sud?

Se il tuo balcone è esposto a nord, purtroppo, non è un luogo ideale per costruirsi un orto personale poiché sempre troppo all’ombra per permettere alle piante di crescere in maniera adatta. Non è certo impossibile, ma i risultati non saranno gli stessi di un balcone esposto a sud-est o sud-ovest che sono considerate posizioni ottimali per intraprendere questo tipo di attività all’aperto.

In queste posizioni, i raggi diretti del sole a mezzogiorno sono evitati, ma le ore di luce a cui le piante saranno esposte sono tante e soddisfacenti per la loro crescita. Se il tuo balcone è esposto a sud, invece, è molto luminoso ma nei mesi estivi le piante potranno risentire del troppo calore, ecco perché si dovrebbe pensare di proteggerle con pergole, tende o gazebi. Visita la nostra sezione prodotti per saperne di più.

Orto in balcone: le piante più facili da coltivare

Per chi è alle prime armi, le piante più facili da coltivare per costruirsi il proprio orto in balcone sono quelle aromatiche. Il consiglio è quello di acquistare piantine già pronte e non semi per facilitare il lavoro di coltivazione, almeno per le prime volte.

  • Basilico: è una delle piante più floride e resistenti, soprattutto per chi non ha ancora il pollice verde. Per coltivare il basilico ti occorre un vaso largo minimo 10 cm e profondo 20 cm. La consumazione delle profumate foglioline è già possibile dopo i 25-30 giorni dal momento in cui il basilico è stato piantato. Per far crescere il basilico bello e sano bisogna solamente annaffiarlo con regolarità e non tenerlo esposto troppo al sole perché potrebbe seccarsi.
  • Rosmarino: è una pianta molto resistente alla siccità e ai luoghi più soleggiati, e che dà il suo meglio se piantata in balcone in primavera. Va innaffiata con moderazione, solo quando il terreno è molto asciutto. È ottima per aromatizzare diversi piatti e ha anche diverse funzioni terapeutiche.
  • Lattuga: è pronta da raccogliere già un mese dopo la coltivazione e produce foglie almeno fino a novembre. È molto importante per la sua crescita che il vaso in cui viene piantata sia largo almeno 40 cm.
  • Prezzemolo: forse non tutti lo sanno, ma è ricchissimo di vitamina C. La sua raccolta può avvenire a due mesi dalla coltivazione. Il prezzemolo cresce bene in un vaso non troppo ampio di almeno 30 cm di profondità.
  • Pomodoro: per coltivare il pomodoro bisogna armarsi di un po’ di pazienza poiché la raccolta dei frutti sarà possibile solo dopo almeno tre mesi dal trapianto. Sicuramente, però, mangiare i propri pomodori darà grandi soddisfazioni!
  • Fragole: piccole, carine e molto gustose, le fragole producono i frutti da giugno ad ottobre, dopo 60 giorni dal trapianto. I suoi fiori bianchi sono graziosissimi anche per adornare i balconi.

E in inverno? Ecco cosa coltivare in balcone

Durante i mesi freddi dell’anno non devi assolutamente lasciare spoglio il tuo orto, poiché ci sono molti ortaggi che puoi curare in inverno come cavoletti, finocchi e radicchio.
Una delle cose più importanti in questo caso è avere dei vasi adatti alla missione. In inverno, infatti, è molto meglio usare vasi in terracotta che proteggono le radici dal freddo e permettono una permeabilità migliore, senza ristagni grazie ai fori in basso. 
Cosa si può coltivare in inverno in balcone?

  • Cipolle e scalogni: si comincia in autunno e si coltiva fino all’estate poiché le cipolle hanno un lungo periodo di crescita.
  • Aglio: tra le tante varietà di aglio, alcune si coltivano soprattutto in inverno, e anche in questo caso bisognerà aspettare l’estate per raccoglierlo. 
  • Spinaci: sono tra le verdure più resistenti al freddo in assoluto. Si possono, infatti, piantare anche in inverno inoltrato già sviluppati.
  • Cicoria: la cicoria andrebbe seminata in ottobre o novembre ma può essere coltivata in ogni momento dell’anno. 
  • Radicchio: si semina a gennaio per essere raccolto a marzo, mentre il radicchio di Chioggia si può seminare anche a novembre. 
  • Fagioli: esistono alcune varietà di fagioli molto resistenti al freddo che si seminano in autunno per essere raccolti in primavera. Ricorda che necessitano di bacchette di sostegno per crescere bene. 
  • Lattuga: si semina verso dicembre, ma nei paesi più caldi del sud anche a gennaio.

 

L'articolo ti è piaciuto? Condividilo!

MARCHI IN ESCLUSIVA

  • devivo
  • markilux
  • stobag
  • renson

  • Corradi
  • pratic
  • varaschin
  • emu
  • fast
  • pedrali
  • gaber
  • fim
  • poggesi
  • bysteel
  • star
  • star
  • star
  • star
  • star
  • star
  • star
  • star

Copyright© 2015 De Vivo di De Vivo E. Tutti i diritti riservati | P.IVA: 02354750644

Seguici sui social